Hamer non si riferisce mai a lavori svolti in precendenza e con una possibile connessione con la sua Nmg, anche se la letteratura scientifica internazionale elenca numerosi articoli concernenti gli argomenti trattati dall'autore Hamer. Alcuni libri scritti da lui nei primi anni della "Nuova Medicina" non vengono ristampati e si trovano solo in alcuni antiquariati o su ebay. Nel suo ''Vermächtnis einer neuen Medizin'' (Testamento di un nuova medicina) si riferisce però a Ernst Kretschmer (1888-1964), uno psichiatra tedesco, che era conosciuto per la sua ''Körperbaulehre'' ed i suoi ''Konstitutionstypen'' (ipotesi circa una tipologia utilizzabile in psicologia o psichiatria basata sull'anatomia umana e la fisionomia). La sua tipologia è stata in seguito usata per una presunta "diagnosi" dell'omosessualità e nella biologia criminale (anche nel periodo nazista). Negli anni Sessanta invece von Zerssen ha potuto controbattere la tipologia di Kretschmer tramite alcuni studi scientifici. Oggi la tipologia di Kretschmer ha solo un valore storico. Hamer continua però a considerare l'omosessualità come un fenomeno "parabiologico" (vedi pagina 47 del "Vermächtnis einer neuen Medizin II"): sarebbe sviluppata da un adulto affetto da una presunta "Ausreifestörung" (un disturbo della crescita) secondo Kretschmer.

Precedenti metodi ed ipotesi
Ippocrate di Kos (460 a.C. - 377 a.C.) ha introdotto una classificazione del cancro in maligno ("karkinoma") e benigno. Il medico Claudio Galeno di Pergamo è stato tra i primi a formulare l'ipotesi di una psicogenesi del cancro. Le tesi del medico fiammingo Johan Baptista van Helmont (1579-1644) prevedevano una "idea della malattia", la idea morbi (o imago morbi), per cui la malattia sarebbe una reazione a tale idea. Alla fine del Novecento l'americana Mary Baker Eddy (morta nel 1910) vedeva la guarigione dalle malattie, nell'ambito della sua "Christian Science", solo nella coscienza umana, e anche lei rifiutava i metodi della medicina scientifica. Il medico inglese Edward Bach (l'inventore dei "fiori di Bach") era convinto che tutte le malattie avessero un'origine psichica. Il medico tedesco Georg Groddeck (1866-1934) fu uno dei primi ad orientarsi verso la medicina psicosomatica. Altre idee sono la "biopatia" del cancro (Schrumpfungsbiopathie, Karzinom-Biopathie) di Wilhelm Reich (che espone nel suo libro "Der Krebs", del 1948), la "salutogenesi" ed il "sense of coherence" del sociologo americano Aaron Antonovsky (1923-1994), la ''psycho-genealogie'' della psicologa francese Anne Ancelin Schützenberger, e le idee del medico francese Michel Moirot. Questi negli anni Settanta ipotizzò che gli eventi stressanti siano la causa del cancro, che si mostrerebbe poi circa 6 o 7 mesi dopo tale evento. Questo cancro sarebbe curabile in presenza di uno shock positivo. Anche la "scuola di Palo-Alto" degli anni Cinquanta (Bozsormenyi Nagy) ed alcuni elementi di Grégory Bateson fanno pensare ad idee della "Nuova Medicina" hameriana, anche se Hamer non si riferisce mai a loro. Negli anni Settanta si fa vivo il medico tedesco Karl Probst con l'idea che le malattie non esistono, e che i batteri non possono provocare malattie mentre appaiano solo in seguito come segno di una effettiva guarigione.

Teorie simili alla "Nuova Medicina Germanica"
Esistono diverse "copie" della Nmg: la
metamedicina (che si può osservare sopratutto negli ambienti della setta Scientology e sembra diffondersi negli Stati Uniti) che non incorpora le asserzioni politiche e anitisemitiche di Hamer, non mostra il "culto della persona Hamer" (che in altri ambienti fa pensare al culto verso Kim Jong "il nordkoreano"), non mostra un elenco dei terapeuti di metamedicina su internet (un elenco iniziale fu cancellato nel frattempo dopo alcune querele) e tenta di stare a distanza dalla Nmg, basandosi però su questa dal punto di vista dei contenuti concettuali. Su alcune pagine web in lingua inglese viene anche nominato il nome di Hamer. Un suo rappresentante tedesco di nome Schwenk ha dichiarato in un articolo: «il nome Hamer apporta molta energia negativa, e per questo abiamo scelto un altro nome». In verità si aggiunge a questa problematica la questione del marchio registrato "Nuova Medicina Germanica ®" che impedisce la commercializzazione sotto il nome Nmg. Secondo Hamer, la metamedicina sarebbe una "associazione di ladri" ed i loro esponenti come Fisslinger sarebbero "ladri".
Estende tale concetto anche all'associazione "Menschen gegen Krebs" (MGK, "uomini contro il cancro") dell'infermiere
L. H.. Quest'ultimo si riferisce ai concetti di Hamer offrendo cure alternative in una sua clinica dove, secondo i racconti di alcuni pazienti, esegue l'esame d'ingresso.
In Italia è da notare la
Medicina Biologica «che si ispira al Dr. Hamer» (fonte: Shantimandir.org) inventata dal dottor Samorindo Peci, nonostante questi abbia poi preso le distanze dall'ex medico tedesco e dall'associazione Alba (fonte: samorindopeci.it). Nel nostro Paese ha una certa diffusione anche la sintassi pansemiotica. In Francia troviamo la "Biologie Totale des Etres Vivants (BTEV)" dell'ex-medico francese Claude Sabbah, la bio-psycho-généalogie, la mémoire cellulaire, la biothérapie, décodage biologique, décodage symbolique des dents e la pansémiotique. In Germania c'è la "Synergetik-Therapie" (terapia sinergetica) dell'ingegnere ed ex-poliziotto federale Bernd Joschko. Un'altra teoria che in parte si basa sulle ipotesi di Hamer è quella del francese J.C. Badard con la sua Bio-psicosomatica. In Argentina è apparsa negli anni Novanta la "Medicina Psicobiológica" della Asociación Argentina de Medicina Psicobiológica (AAMEPSI) che si riferisce ad Hamer e a Bert Hellinger e aggiunge una sesta legge ("Sexta ley") alle cinque di Hamer, che sarebbe addiritura da considerare "un homenaje al Dr Hamer".

Alcuni medici (tedeschi e non) offrono terapie con elementi della Nmg. Questo non è ben visto da Hamer che, con un tipo di decreto "par ordre du mufti" del 21 dicembre 2006 ha emesso un elenco di metodi terapeutici che non sarebbero compatibili con le sue ipotesi. In questo elenco vengono proibite le "
costellazioni familiari" del contestato autore ed ex-prete tedesco Bert Hellinger (in verità Anton Hellinger, che vive nella sua domora della "piccola Reichskanzlei" vicino a Berchtesgaden, una casa che veniva usata da Adolf Hitler durante le sue frequenti permanenze nell'Obersalzberg), il ''Mentaltraining'' (training mentale) e la ipnoterapia. Anche l'omeopatia non è accetata da Hamer (fonte: philar.com), la medicina antroposophica, la programmazione neuroliguistica (PNL) e la terapia breve strategica di Nardone (vedi lettera del 13 febbraio 2007). Non spiega chiaramente perché esclude le terapie nominate: c'è da aspettarsi che anche la kinesiologia, i fiori di Bach, i sali di Schüssler, il rebirthing e cosi via seguiranno tale esclusione, imbarazzando ulteriormente i terapeuti ed i medici di orientamento hameriano.

L'elenco delle terapie proibite del dicembre 2006, insieme con il fatto che i diplomi rilasciati dall'associazione
ALBA negano il lato terapeutico della Nmg (e insieme alle accuse di aver tentato di aquistare i libri di Hamer aggirando la casa editrice "Amici di Dirk") sembrano la causa delle dimissioni annunciate dal presidente Marco Pfister nel febbraio 2007, che nel frattempo ha perso la fiducia di Hamer. Questi lo chiama adesso "traditore" e "cameriere" (perché non ha alcuna formazione medica. Era un barista). Nell'aprile del 2007 Pfister è stato rieletto come presidente dell'associazione ALBA, che avrebbe tra i 600 ed i 1000 membri. Rimangono tuttavia attivi in Italia il sistema gerarchico piramidale, che va dal presidente alla segreteria dell'organizzazione. In contrasto con ALBA si è formata una concorrente rete autonoma di "gruppi di studio" indipendenti tra loro, guidati da un capo-gruppo e sotto il controllo diretto di Hamer, e che corrispondono al sistema Hamer-Pilhar in vigore in Austria e Germania. Su un sito italiano in favore del sistema dei "gruppi di studio" si afferma che «come tali godono della più piena benedizione del Dott. Hamer». L'influenza diretta di Hamer su tali gruppi, non influenzabile da presidenti o da commissioni, è visibile nelle problematiche dei corsi gratuiti per diffondere la Nmg sul territorio italiano. Dalle discussioni a questo proposito si può dedurre che i corsi gratuiti richiedono un'autorizzazione da parte di Hamer. Lo confermerebbero le parole di Hamer del 15 febbraio 2007: «Considerate per una volta: la Nuova Medicina Germanica è il più grande dono degli Dei che noi esseri umani abbiamo mai ricevuto. Appartiene a tutti noi in comune. Ma io come scopritore della meravigliosa Medicina Sagrada sono ordinato come guardiano che deve vegliare affinché questo dono degli Dei non ci venga rubato (...) Io credo che devo fondare una nuova associazione della Nuova Medicina Germanica in modo tale che ognuno sappia come regolarsi».

Implicazioni psicologiche
Lo psicologo belga
Nady Van Broek, dell'università di Louvain, riguardo alla Nmg ricorda che un eventuale insuccesso può avere un effetto negativo sul paziente: la responsabilità ricade infatti tutta sul paziente (o anche sul suo ambiente sociale) che si sentirà colpevole della sua patologia e dell'insuccesso dei suoi tentativi di guarigione, aumentando così il peso delle sofferenze.

Anche
Quirino Zangrilli, in un editoriale edito su Scienza e psicoanalisi mette in guardia dai pericoli di tali teorie, ricordando che «lo psicoterapeuta che segue un malato oncologico farebbe bene dunque a liberarsi dai suoi vissuti di onnipotenza e ricordarsi che egli può fare molto per il malato (ridimensionare e lenire la sua angoscia di morte), ma che la malattia organica non ricade sotto il suo interesse. L’intervento dovrà essere orientato innanzitutto ad affrontare e cercare di risolvere nel più breve tempo possibile l’opposizione del malato al riconoscimento del suo stato ed il rifiuto delle cure, ancorché imperfette e certamente ancora dolorose ed invalidanti, che la medicina offre».