La piccola austriaca Olivia Philar aveva 6 anni quando si ammalò di un tumore ad un rene (un nefroblastoma, tumore di Wilms) nel 1995.
I genitori si rivolsero all'ex-medico Ryke Geerd Hamer, che in Germania non poteva più esercitare la professione di medico.
Hamer con Olivia
La bambina era in cura nella clinica pediatrica Sant'Anna di Vienna, dove era stata portata il 18 maggio 1995 in seguito a forti dolori alla pancia. I genitori, all'inizio, non hanno mai nominato ai medici il nome di Hamer.
Con l'aiuto di quattro membri della setta religiosa "Fiat Lux", i genitori portarono Olivia in Spagna (a Malaga, presso l'albergo "Las Vegas") da Hamer. Ne nacque un caso giudiziario e mediatico: dopo una sentenza del tribunale per i minori, che sospendava per sette anni ai genitori i loro diritti sulla salute della loro bambina, questa fu liberata con l'aiuto della polizia austriaca dopo 72 giorni, e fu trasferita in una clinica di Vienna che le salvò la vita. «Era mezzanotte meno 5 minuti», dichiararono i medici di questa clinica: la bambina era stata salvata giusto in tempo. Dopo una chemioterapia e un'operazione chirurgica la piccola Olivia viene ormai considerata guarita (ed è in vita ancora oggi, nel 2008).

Olivia Philar
Prima della partenza dall'Austria, la bambina mostrava un tumore con un volume di 250 millilitri. Dopo la permanenza e la "cura" in Spagna il tumore era cresciuto fino ad un volume di 4,2 litri. Per questo la bambina soffriva molto, ed era in un pessimo stato di salute. I genitori di Olivia, un ingegnere ed una maestra, sono stati condannati (nel 1996 e in appello nel 1997) a 8 mesi di reclusione. Sono sempre fedeli alla "Nuova Medicina Germanica". Il padre non lavora più come ingegnere, ma lavora viaggiando attraverso tutta la Germania per divulgare la Nmg con conferenze a pagamento. La magistratura austrica ha indagato su 40 casi di pazienti austriaci morti dopo le "cure" hameriane, dopo l'articolo del settimanale "Der Spiegel" numero 32 del 1995. Il caso ha provocato molto clamore in Austria e Germania.


vedi: "Austrian cancer patient's parents sentenced", in: Lancet, 1996 Nov 23;348(9039):1440
vedi anche Martin Zimper, "Das Mädchen Olivia" ed. Herbig, 1996 ISBN 3-7766-1970-8

Per informazioni più approfondite si può leggere la traduzione della sentenza di primo grado del Tribunale Regionale di Vienna contro i coniugi Philar