Dopo la rottura con Alba da parte di Hamer, il suo sito ufficiale in Italia è diventato www.nuovamedicinagermanica.it
La Nmg in Italia ora è spaccata tra l'associazione Alba e questo sito, che porta avanti le idee "ortodosse" di Hamer. Tra le due fazioni, ovviamente, non corre buon sangue. La rete è invasa da reciproche accuse di aver tradito il "maestro".

Il sito è registrato da
Fabrizio Camilletti, marito della dottoressa Daniela Carini (nata a Loreto il 5/04/1965, specialista in igiene e medicina preventiva - indirizzo epidemiologia e sanità pubblica, iscritta all'ordine dei medici di Ancona. Già socia Alba, è stata accusata dai dirigenti dell'associazione di aver traviato Hamer contro l'associazione). Il 12 novembre 2007 alle ore 9,54 Camilletti ha scritto sul MeetUp di Beppe Grillo: «Ritengo utile chiarire che il sito nuovamedicinagermanica è il sito ufficiale della Nuova Medicina Germanica del dott. Ryke Geerd Hamer e quello che viene pubblicato passa sotto la sua approvazione. Il sito, anche se aperto da me è di sua proprietà».

Ma in che modo avviene la convalida per l'approvazione? Stranamente a Novembre del 2007 su tale sito è apparsa un’intervista ad Hamer in cui egli rinnega l’associazione Alba e parla specificatamente di questioni italiane. Secondo quanto afferma egli stesso, Camilletti potrebbe dunque essere in contatto con un
latitante. Egli, insieme con la moglie, organizza conferenze a pagamento in tutta Italia.

Il caso della conferenza "Per una musica biologicamente sensata"
A marzo del 2008 su tale sito è comparso l'annuncio di una conferenza chiamata "Una musica biologicamente sensata" che -secondo quanto scritto su tali pagine web- sarebbe stata "Patrocinata dal Comune di Loreto". Il giorno deputato a tale "conferenza" era domenica 11 maggio 2008 (giornata intera, veniva specificato) presso il Palacongressi di via San Francesco a Loreto. Relatore la professoressa in musica Giovanna Conti, correlatore la già citata dottoressa in medicina Daniela Carini. Costo dell'ingresso: 50 euro. Tale incontro sarebbe servito anche per pubblicizzare il libro della stessa Conti, edito dalla "Amici di Dirk" spagnola e venduto sempre dalla coppia Camilletti-Carini al prezzo di 48 euro ("incluso dvd applicativi e tabelle grafiche", tiene a specificare l'autrice).
Il 5 aprile del 2008 ho inviato una e-mail certificata al Comune di Loreto per chiedere lumi circa tale patrocinio, e per conoscenza l'ho spedita al sindaco
Moreno Pieroni, al vicesindaco Paolo Niccoletti, all'assessore alla sanità Francesco Baldoni, all'assessore alla polizia urbana Paolo Casali, all'assessore al turismo Bruno Casali, all'assessore al bilancio Massimo Bambozzi, all'assessore alla pubblica istruzione Franca Manzotti, all'assessore alla cultura Maria Teresa Schiavoni, e finanche all'assessore allo sport Michele Prinicipi. Un'ulteriore e-mail certificata è stata inviata ai colleghi dell'ufficio stampa. Da nessuno di costoro ho mai ricevuto alcuna risposta.
L'8 aprile 2008 ho dunque deciso di scrivere al Comune per chiedere ufficialmente informazioni a riguardo, inviando due raccomandate e due lettere di posta prioritaria (dato che il Comune di Loreto ha due indirizzi). Ancora una volta,
nessuna risposta.
Dopo le mie lettere, e pochi giorni prima della conferenza (per cause al momento sconosciute) tale "evento" è stato annullato. Ciononostante, ancora nessuno aveva risposto alle mie domande: e cioè se fosse vero che il Comune di Loreto avesse dato il proprio patrocinio alla conferenza in oggetto e -in caso affermativo- chi ne avesse fatto richiesta, con quali motivazioni e se fosse stata erogata una qualche somma di denaro oppure concesso l’uso di strutture congressuali. Il 21 agosto 2008 ho dunque inviato nuovamente queste domande al Comune di Loreto, questa volta spedendo al contempo una copia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per verificare la sussistenza dell'eventuale abuso del patrocinio comunale. E così il 22 settembre 2008 il sindaco Moreno Pieroni ha risposto ufficialmente che «questa Amministrazione non ha mai autorizzato né adottato alcun atto relativo alla concessione del patrocinio in merito alla conferenza "Per una musica biologicamente sensata" proposta dalla dottoressa Daniela Carini di Loreto. Peraltro nostro malgrado abbiamo appreso la documentazione de Lei prodotta della pubblicazione sul sito internet nuovamedicinagermanica.it relativa alla manifestazione di cui sopra. Allo stato attuale, esperiti gli opportuni accertamenti sul sito, non compare alcuna pubblicazione in merito». Il sindaco specifica quindi di avere appreso tutta questa storia solo grazie alla mia documentazione: tenetelo bene a mente, ci servirà tra poco. Proseguendo, possiamo dunque affermare che
il patrocinio di cui si parlava nel sito era ed è palesemente falso. Un abuso, un illecito, o più semplicemente una chiara ed indiscutibile bugia, se vogliamo. Il sindaco si è riservato di effettuare ulteriori approfondimenti e valutazioni in merito alla vicenda. Al momento nessuno sa nulla di tali “approfondimenti”.
Ma c’è una postilla, strana e inquietante, a tutta questa storia. Il 7 ottobre del 2006 il Comune di Loreto mi ha inviato una raccomandata informandomi che la dottoressa Daniela Carini aveva chiesto una copia delle lettere che avevo inviato al Comune ad aprile dello stesso anno, chiedendomi a norma di legge se avessi voluto oppormi a tale richiesta. Nessuna opposizione, ci mancherebbe: io chiedo al contrario trasparenza. Quello che inquieta è però ciò che scrive la dottoressa nella sua richiesta indirizzata al sindaco di Loreto: «Io sottoscritta Daniela Carini, dopo colloquio verbale avvenuto il 28/04/2008, chiedo che mi sia fornita copia delle lettere che mi riguardano scritte dal sig. Ilario D’Amato in data 14 e 15 aprile 2008. Loreto, 28/04/2008». Perché è inquietante? Bisogna leggere tra le righe. Innanzitutto è una questione di tempi: la dottoressa Carini ha formulato la sua richiesta due settimane dopo le mie raccomandate, mentre il sindaco mi ha risposto oltre cinque mesi dopo. Un lasso di tempo importante che ha permesso al sindaco di poter scrivere come (a settembre) sul sito non compariva alcun riferimento al patrocinio alla conferenza, che si sarebbe dovuta svolgere a maggio. Ma come ha fatto la dottoressa Carini a sapere così in fretta delle lettere che la riguardavano? E
a quale colloquio si riferisce, nella sua lettera indirizzata al sindaco? Insomma, sembra che il sindaco Moreno Pieroni non fosse poi così all’oscuro della questione, ad aprile. Almeno leggendo quanto scrive la stessa Carini. Ma ha preferito rispondermi cinque mesi dopo, quando dal sito era stata fatta sparire (quasi) ogni traccia della conferenza e del relativo patrocinio. Piuttosto strano.

conferenza
uno screenshot di quanto appariva ad aprile del 2008 sul sito nuovamedicinagermanica.it