Subito dopo che si è venuti a conoscenza della nuova dimora di Hamer in Norvegia, si è saputo della morte di Elsemarit Fjeldheim a Kongsberg, appunto in Norvegia. Morte che è connessa alla scelta terapeutica per la "Nuova Medicina".

Elsemarit Fjeldheim è morta all'età di 52 anni, dopo aver riscontrato un cancro al seno. 5l suo tumore era stato scoperto in uno stato molto precoce, e questo rappresentava per lei una buona prognosi terapeutica, se avesse effettuato un intervento tempestivo e "lege artis" professionale. La signora Fjeldheim aveva un diario nel quale inseriva tutti i dettagli della sua malattia ed i passi della sua terapia.
Dopo un contatto con la "Nuova Medicina Germanica", invece di accettare il consiglio dei medici di farsi operare, rifiutò ogni intervento della medicina accademica, e non voleva farsi operare. Al suo medico chiese di essere curata da due terapeuti della "Nuova Medicina" in Norvegia,
Bent Madsen e Dagfrid Kolås. Il suo medico era d'accordo.

Inizialmente, la signora Fjeldheim fu presentata da questi terapeuti come la prova vivente per la presunta efficienza della "Nuova Medicina". E mentre continuava a peggiore il suo stato di salute, veniva assicurata da queste persone che lei si trovava in uno stato di (presunta) guarigione. Ma circa un anno dopo l'inizio della terapia Nmg, lei morì.

(vedi: articoli apparsi sul quotidiano Verdens Gang il 25 e 26 marzo 2007)